top of page
17433604-words-from-magazines-form-a-colorful-background.jpg

Angela Messina presenta il suo inedito "Ora" che racconta la complessità dei sentimenti.





Questa sera presentiamo un'artista poliedrica, Angela Messina. Questa persona è in grado di fare tutto e non so come trova il tempo: lei è un'atleta, un'insegnante e coreografa di danza, è una cantante/cantautrice, una moglie e una mamma...


Intervista a cura di Riccardo Russo.


R. Russo:

Come fai a gestire tutte le attività che fai?


A. Messina:

E' una cosa che mi chiedo anche io. Faccio tutto con passione, mi pongo degli obiettivi. Mi organizzo, studio di notte e mi alzo molto presto per allenarmi.


R. Russo:

Ma oltre ad essere ballerina e coreografa, sei anche appassionata di musica, ti piace scrivere ed infatti hai anche scritto un brano. Raccontaci un po' di te.


A. Messina:

Mi avvicino all'arte (danza) quando avevo 16 anni; successivamente, crescendo, sono nati altri interessi. Dalla danza ho iniziato ad avvicinarmi anche al canto. Ma, inizialmente, il mio canto era sotto la doccia (ride). Poi ho iniziato a studiare per approfondire questa mia passione a Mazara Del Vallo e qui ho conosciuto te, che mi hai incoraggiato moltissimo a proseguire in questo ambito.


R. Russo:

E sei diventata anche una delle professoresse della nostra scuola (La The Vocal Academy)!

Come vivi l'esposizione artistica?


A. Messina:

Non è semplice, perché ti metti a nudo, però c'è quella necessità di farlo. C'è una necessità di comunicare, di condividere, di emozionare.


R. Russo:

Come si chiama il brano che ci hai portato?


A. Messina:

Ora, un brano scritto e arrangiato da Riccardo Russo.




R. Russo:

Il brano ha un suo significato...lo vogliamo svelare?


A. Messina:

Quando abbiamo scritto il testo io ho sempre pensato al rapporto che ho con mia mamma, però il brano si può interpretare liberamente.


R. Russo:

Il brano parla della difficoltà che si ha di esprimere i propri sentimenti, le proprie emozioni; la musica sembra un po' sospesa e riflette l'anima della canzone.

Ma cosa consiglieresti a chi vuole intraprendere la carriera di cantante?


A. Messina:

Bisogna studiare ed essere appassionati, altrimenti ci si annoia subito.


R. Russo:

Non dimentichiamo che ci vuole anche una bella dose di fortuna, ma quella non si può insegnare.

Tu sei anche mamma...giusto?


A. Messina:

Ho un bambino di tre anni ed è molto sensibile, gli faccio ascoltare i brani che decido di interpretare e lui mi dice sempre: "mamma, mi piace!"








コメント


bottom of page