top of page

Le guerriere e la femminilità nel rock italiano

Aggiornamento: 3 mar 2022







Oggi è facile essere rock, molte donne sono capaci di assumere pose trasgressive, audaci e provocatorie pur entrando nelle acque scure e nebbiose dell'underground della vita e uscirne con una scrollatina di spalle.

Le donne, con la loro accattivante femminilità, hanno conquistato il potere del podio?

Forse sì! La via dell'emancipazione è stata imboccata con fermezza dalle prime donne che con coraggio hanno saputo conquistare i propri spazi.

Le loro canzoni possedevano sensibilità, grinta, coraggio. Una nuova sensualità sbucava dai primi schermi televisivi.

A quei tempi, ancora puritani, la musica che veniva trasmessa attraverso il tubo catodico in bianco e nero, era l'inizio della nascita della percezione del femminile che diventava quasi un elemento al coretto bilanciamento delle parti.


Fine anni 50: Julia de Palma per aver cantato Tua tra le braccia tue è stata non solo censurata ma anche allontanata dalla televisione.

Invece, la nostra straordinaria Mina ,"la tigre di Cremona", appellativo attribuito da sempre per la sua voce graffiante, per lungo tempo è stata sia giudicata che condannata dalla televione Rai, solo perché aveva avuto un figlio fuori del matrimonio.

Non era consentito, per il bigottismo del tempo, dimostrare la dirompente sensualità femminile, la direzione sessuale e la capacità di indipendenza.


La Caselli, invece, dal sangue Romagnolo, ha dato un contributo iniziale, alla rivoluzione del rock italiano, basti pensare al brano Nessuno mi può giudicare (1966), appare sfacciata, rivoluzionaria e audace.


Patti Pravo dalla personalità forte, sensuale, impudica e prorompente di eros, con una voce dal timbro bassa, calda, dall'aspetto semplice, ma a qui tempi rivoluzionaria, anche lei apporta un contributo fondamentale all'idea della donna che vuolea tutti icosti essere indipendente, viva rock!

Tu mi fai girar, tu mi fai girar

Come fossi una bambola...


...sai far male da piangere, da stasera la mia vita

Nelle mani di un ragazzo, no, non la metterò più...


Ne vogliamo parlare di Pensiero stupendo


E tu

E noi

E lei

Fra noi

Vorrei

Non so

Che lei

O no

Le mani

Le sue... Pensiero stupendo Nasce un poco strisciando Si potrebbe trattare di bisogno d'amore Meglio non dire.


La nostra cantante Patti Pravo, dal carattere trasgressivo, non doveva svegliare gli istinti sessuali maschili. Assurdo, pensare il contrario, nell' Italia Cattolica di allora!


In sintesi le nostre gueriere del rock italiano non avevano nulla da invidiare alla loro sorelle americane.















Comments


bottom of page