top of page

L’ ESTATE X di Daniele Silvestri

L’estate 2023 ha visto protagonista dal vivo Daniele Silvestri che ha attraversato la penisola per presentare il suo decimo album: “DISCO X”. Sono sicura che dal 1° luglio al 1° settembre 2023, durante le quattordici date del tour estivo, ci abbia riservato delle belle sorprese.


Daniele Silvestri è un artista completo che ha saputo e sa stupire ogni volta che esce un album o, in questo caso, un disco, “DISCO X”. Già dal titolo si può captare una certa malinconia che riecheggia in ogni pezzo del suo nuovo lavoro. Malinconia che si lascia andare a una timida felicità per poi piombare nella tristezza più profonda di un mondo complesso.


L’album è composto da dodici tracce ed ognuna è una storia fatta di suoni e immagini ben raccontate. Hanno collaborato artisti del calibro di Fulminacci, Frankie hi-nrg mc., Giorgia, giusto per citarne alcuni. Non voglio svelarvi troppo, procederò in modo lineare incuriosendovi ad ascoltare l’inimitabile Daniele Silvestri.

Fin dalle prime note il ritmo cattura l’attenzione e proseguire con l’ascolto è naturale. Sebbene in certi passaggi non sia immediato, nel complesso è un album ben strutturato, che, sempre secondo il mio pensiero, andrebbe apprezzato in totale silenzio per poter cogliere le sfumature e gli accenti posizionati egregiamente.


A dispetto di quello che sostiene Daniele Silvestri nell’ INTRO X (traccia 1) lui non è nella media e non è vero che non raggiunge iperboli: sta a voi approfondire la questione. Tagliente ed ironico, ritrova la sua libertà e la sua felicità, ritorna artefice del suo destino desideroso di assomigliare ai gabbiani “Così stupidi da urlare per la gioia di volare” (“Il talento dei gabbiani” traccia 3).

Il desiderio di sorvolare sopra questioni e problemi e riuscire a farsi valere e a far sognare: Daniele Silvestri in “Disco X” ci riesce.




Non mancano canzoni d’amore, da una dichiarazione al ricordo di un amore perduto dove Daniele Silvestri spera comunque di essere ricordato dall’amata. In ogni caso non è un disco strappa lacrime, tutt’altro.


Ne “L’uomo nello specchio” (traccia 7) il fulcro è la critica a sé stessi: il confronto e il non riconoscersi in un mondo apparentemente fermo che in realtà è in una fase di involuzione senza certezze.



In “Disco X” la scelta degli strumenti è fondamentale e i suoni si fondono costruendo una musica nuova in ogni pezzo. È un album da ascoltare e riascoltare mettendosi comodi per apprezzare ogni singola nota e strofa. La voce unica e bellissima di Daniele Silvestri ci porta in realtà molto differenti tra di loro. Essendo un artista impegnato affronta temi sociali molto difficili e ovviamente di una tristezza e consapevolezza infinita come nella traccia 9 – “While the children play”.


È un album dalle mille sfaccettature: gli stati d’animo, i desideri, i ricordi, la paura, la guerra, la speranza e la critica del nostro mondo convivono senza strappi stilistici e mantenendo il progetto coerente e riuscito.

“Disco X” credo voglia essere una visione molto ampia della realtà che ci circonda e che a volte non vediamo.


Daniele Silvestri ci fa scoprire un mondo che forse non è poi così grande e ce lo indica puntando un dito come per dire: “Avete visto? Avete sentito?”.


Be' io ho avuto la fortuna di ascoltarlo dal vivo sabato 29 luglio 2023 presso la spiaggia di Farra d'Alpago (BL) in un concerto intimo eseguito in una cornice mozzafiato, il Lago di Santa Croce, una delle location scelte da Dolomiti Arena - Slow Mountain Music Festival.






Accompagnato al fagotto e alla tromba da Marco Santoro Daniele Silvestri ci ha incantati con alcuni nuovi brani e con i suoi grandi classici come "Occhi da Orientale".



Daniele Silvestri ha annunciato inoltre per il 2024 trenta appuntamenti speciali per il suo nuovo progetto " Il Cantastorie Recidivo". Dal 18 gennaio 2024 al 14 aprile 2024, presso l'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone (ROMA), il cantautore ci farà scoprire qualcosa di nuovo e sicuramente sensazionale.

Comments


bottom of page