top of page

Daniela Viviano ci racconta il suo libro: “Il magico mondo di Sandy”

Daniela Viviano è una scrittrice che ha fatto del mondo fantasy la sua professione. Attraverso la nostra intervista siamo riuscite ad approfondire il significato del suo nuovissimo libro “Il magico mondo di Sandy”.


Da sempre dotata di una fervida immaginazione le piace pensare che le sue antiche origini della Normandia francese l’abbiano in qualche modo ispirata inconsciamente durante il processo creativo. Un momento istintivo che nasce e si evolve senza prendere spunto da elementi tangibili e razionali.

Il magico mondo di Sandy è un libro che è stato scritto di getto, la trama e i personaggi prendevano forma di giorno in giorno e Daniela non ha seguito uno schema predefinito rispettando comunque la struttura tipica del romanzo fantasy.


È una storia indicata per i preadolescenti e gli adolescenti ma anche per gli adulti che vogliono e sanno ancora sognare. Un romanzo “esistenzialmente educativo” narra la storia di Sandy, una fata di quindici anni che attraverso mille peripezie scoprirà la verità per troppo tempo celata.

La magia è ciò che rende la lettura veloce e divertente e il libro può essere interpretato su più livelli. L’inganno e la bramosia di potere insieme al coraggio e all’amicizia sono alcuni dei concetti principali che Daniela Viviano ha inserito nel suo romanzo. Il ciclo delle stagioni, la teoria dei quattro elementi e il sovrannaturale riescono ad accompagnare il lettore in un mondo fatato, dove il bene e il male non sempre sono facili da distinguere. Il rapporto tra madre e matrigna non può mancare ma ciò che contraddistingue il racconto è l’ampio spazio che viene dato alla bellezza intesa come armonia del sé. Temi non meno importanti sono il coraggio di non mollare e l’indipendenza delle donne.



Chi leggerà il libro scoprirà che Sandy è la prescelta per portare a termine una missione durante la quale verrà aiutata da amiche speciali: proprio nei momenti più difficili saranno loro a farle ritrovare la fiducia e il coraggio. È un viaggio alla scoperta di sé stessi e la capacità di raggiungere l’armonia del cosmo. Il momento di crescita e consapevolezza si sviluppano da un’indole che scalpita e che in un modo o nell’altro esplode e causa eventi non previsti. Ovviamente l’amore non poteva mancare, quell’amore che ci fa sognare, evadere e crescere con leggerezza. Quell’amore che si incontra solo una volta nella vita reale, l’amore tra due anime gemelle.

L’autrice è sempre stata sostenuta dai suoi insegnanti e dalla sua famiglia che riconoscono nella sua scrittura una dote innata.

Daniela Viviano durante l’intervista affronta la questione dell’educazione alla vita e dell’importanza dell’aspetto umano da parte degli insegnanti. La dispersione dei valori tra i giovani si combatte scoprendo talenti nascosti e supportando i ragazzi nella realizzazione dei propri desideri.


Se è vero che “l’essenziale è invisibile agli occhi” (Il Piccolo Principe) allora forse le fate, intese come esseri di luce, sono tra di noi e il loro compito è emanare energia pura.

L’energia che irradia le menti creative dei giovani e che alimenta il talento ogni giorno riuscendo in imprese per molti impossibili.




Comments


bottom of page