top of page

Quando una storia finisce quello che guardi negli occhi dell'altro diventa solo ghiaccio: ce lo racconta Stefania Caci nel suo nuovo inedito.



Un brano intenso e ipnotico, grazie ad una produzione musicale e video che si fondono alla perfezione.

La protagonista di questa storia è una donna che cerca di abbandonare i tormenti e le mancanze generate dalla fine di una relazione d'amore.

Il testo è un'escalation di pensieri e riflessioni che nel ritornello esplodono in un climax ascendente.

La consapevolezza interiore della donna che lotta per liberarsi da questa ossessione si manifesta musicalmente con un arrangiamento melodico che dona profondità e chiaroscuri che si aggiungono alla particolare e potente voce dell'artista.

Interessante l'espediente di inserire nel video altri due personaggi che sembrano come danzare sotto la pioggia con un linguaggio che sembra presagire la fine del rapporto amoroso; infatti alla fine del brano appare l'artista da sola sotto la pioggia, in una sorta di rinascita e catarsi, finalmente pronta per ricominciare a vivere e a rinnamorarsi.




Di dove sei? La tua città come ti ha ispirato nella ricerca del tuo percorso musicale?

Sono di origine siciliana, nata a Milano. Il mio percorso musicale non è stato direttamente influenzato dalla mia città natale, poiché la mia ricerca musicale è stata guidata dalla mia curiosità e passione per la musica, esplorando una varietà di stili provenienti anche dalla cultura siciliana, dalla quale provengo. Questa ricca eredità culturale ha infine contribuito a plasmare il mio stile musicale.

 

Durante la tua storia artistica, chi e quale evento ti ha fatto capire che dovevi iniziare e perseguire la strada cantautorale?

Fin dalle scuole medie, ho cominciato a scrivere dei testi che sono rimasti in sospeso. È stato solo quando ho iniziato a studiare canto con la mia insegnante, anch’essa cantautrice, che ho riscoperto questa mia passione.

 

Come utilizzi i social per farti pubblicità?

Sono una ragazza di vecchia scuola, cresciuta a pane e libri, quindi i social non fanno parte della mia generazione. Tuttavia, ammetto che da quando sto pubblicando i miei singoli, sto facendo uno sforzo per utilizzarli al meglio, soprattutto per questo scopo.

 

Hai detto che “Solo ghiaccio” prende vita nel 2012. Ricordi perché l’hai scritto? Quali cambiamenti hai apportato?

La canzone "Solo ghiaccio" ha preso vita nel 2012, ma è stata riscoperta per puro caso nel 2022. È nata casualmente da una delle mie esperienze più significative quando ero giovane, un primo amore molto doloroso. Originariamente era solo un testo semplice, più che altro un sfogo personale, che successivamente ha trovato spazio nella melodia e nell'arrangiamento grazie anche a Ilenya e Francesco Adessi.

 







Suoni anche uno strumento musicale? Se sì, come ti aiuta a trovare l’ispirazione?

Non ho mai avuto l'opportunità di studiare uno strumento in quanto mi sono sempre dedicata alla danza che purtroppo, ho dovuto interrompere per ragioni personali. In ogni caso, amo l'arte in tutte le sue forme e ho deciso di intraprendere il canto perché già facevo parte di alcune band rock e questa passione era già radicata in me. Per trovare ispirazione, talvolta canticchio melodie o testi che scrivo e poi, durante le lezioni di canto, diamo vita alle mie idee.

 

Hai mai fatto un live? Dove?

Sì, ho già suonato dal vivo con le mie vecchie band e successivamente sono stata corista in una tribute band dei Pink Floyd. Spero davvero di potermi esibire anche con i miei brani in futuro.

 

Come si struttura una tua performance dal vivo?

Prima di salire sul palco, di solito faccio sempre un breve riscaldamento vocale e poi via con le emozioni!

 

Dove è stato realizzato il videoclip?

Il videoclip è stato girato presso il Multiset Studio Bicocca ed è stata un'esperienza davvero elettrizzante.

 

Chi sono i due ragazzi che sono con te nel video?

I due ragazzi nel video sono Ilenya, la mia meravigliosa insegnante di canto nonché la mia guida nel mio percorso, ed il suo compagno Fabio.

 

 

Raccontaci una giornata tipo nella tua vita come artista e persona.

Fare la cantante è una mia grande passione, una mia personale missione di vita che mi riempie il cuore di emozioni uniche. Il mio lavoro, invece, è come impiegata amministrativa in una multinazionale tedesca, quindi al mattino mi alzo, faccio colazione e mi preparo per la mia giornata lavorativa in mezzo ai numeri, mi dedico alla casa, ceno e poi finalmente relax con un bel libro. Tutte le mie giornate sono accompagnate dal mio gatto che adora sentirmi cantare per casa e dai miei affetti più cari tra famiglia ed amici.



Comentarios


bottom of page