top of page

L'inedito di Marco Rotelli, "Ritornerei", descrive un sentimento d'amore tra gioia e nostalgia.

Quante volte abbiamo lasciato che la nostra mente vagasse tra pensieri e ricordi come se fossero cartoline o fotogrammi in cui ripercorriamo le nostre esperienze e i momenti in cui abbiamo conosciuto le persone più importanti della nostra vita.

Magari queste immagini riaffiorano in quegli istanti in cui siamo maggiormente rilassati, mentre guardiamo un tramonto, un paesaggio, mentre ci lasciamo andare alle nostre emozioni più vere.

Quando magari piove e senti l'odore della terra intorno a te.

Così, improvvisamente, ripensi a quella persona o più di una (amici, familiari etc...), che hai conosciuto per caso e che ti hanno cambiato l'esistenza.


Sono proprio queste le suggestioni che mi lascia il nuovo brano di Marco Rotelli Ritornerei.

Un tuffo di felicità e nostalgia che ti porta a riflettere sul passato con sentimenti più maturi ed una consapevolezza maggiore di se stessi.


E a te, in quali luoghi ti piacerebbe ritornare? Quali persone vorresti di nuovo al tuo fianco?



- Di dove sei e come la tua città ti ha influenzato artisticamente.


Vivo a Parabiago nella periferia di Milano. Mi ha influenzato tanto perché Milano è un po’ il centro di tutto, ed in particolare della musica e della discografia. Questo mi ha dato una grande spinta.


- Sul tuo profilo Instagram leggo che sei horse trainer, personal horse club e cantautore.

Spiegaci come organizzi la tua vita, facendo tutte queste attività.


Ho aperto il mio maneggio da qualche mese, vivo tutti i giorni con i miei cavalli immerso nella natura, e fra una cavalcata e l’altra mi siedo al pianoforte e racconto le mie esperienze e la mia vita.


- Come nasce Marco cantautore?


Nasce per l’esigenza interiore di raccontare, quello che magari a parole è più difficile a dire. Una canzone è un po’ come uno sfogo per me, e quasi più proficua di una seduta dallo psicologo


- Hai effettuato degli studi specifici durante il tuo percorso musicale.


Si ho frequentato il conservatorio di Milano e mi sono diplomato in tromba nel 2011


- Raccontaci una tua giornata tipo.


Mi sveglio, faccio colazione e vado in scuderia dai miei cavalli. Li sto quasi tutto il giorno, se non ho altri impegni particolari. E ogni tanto durante la giornata prendo in mano la chitarra, mi siedo all’ombra sotto un albero e canto


- Effettui una routine particolare per ispirarti nella scrittura.


No devo vivere emozioni vere e speciali. Solo così riesco a scrivere


- Parliamo del tuo brano “ Ritornerei”. Di cosa parla; è autobiografico?


Si è autobiografico come tutte le mie canzoni.

Racconta della fine di una storia fatta di progetti e futuro. Racconto in questa canzone un amore più maturo, vissuto da 30 enne. Con vissuti e prospettive diverse.





- Dove è stato registrato il videoclip? Chi ti ha aiutato a girarlo?


Il video clip é stato girato nella mia scuderia, Scuderia Marina Club Ippico vicino Milano.

È girato come oramai tutti i miei video da qualche tempo da Greg Production


- Il brano si rivolge ad una persona in particolare nella tua vita?

Si ad una persona importante, ma che per il momento le nostre strade si son divise.


- Ricollegandoci al titolo del brano…c’è stato un momento nella tua vita in cui hai pensato a qualche rimpianto del passato? Oppure c’è un episodio della tua vita che vorresti ripetere?


Più hai vissuto, più puoi guardarti indietro e più sicuramente magari cambieresti delle cose, non faresti più certi errori o cose simili. Ma alla fine la persona che si è oggi è frutto di tutto quello che si è vissuto quindi va bene così. Credo nel destino, credo che quello che è destinato a noi arriva, e lo incontreremo nel cammino futuro


- Hai mai partecipato ad un contest musicale?


No ho sempre rifiutato. No mi son mai piaciute le gare, in particolare quando si parla di arte.


- Dove ti sei esibito o dove ti piacerebbe esibirti?


Ho avuto la fortuna negli anni passati di prendere parte a tanti eventi importanti di livello nazionale, da Battiti Live a Radio Italia Live e tanti altri. Ricordo il calore del pubblico, dove dal palco non si vedeva la fine. Momenti impressi nel cuore.


- Che vuol dire per te scrivere testi ed interpretarli?


Vuol dire mettermi a nudo raccontando la mia vita.


- Progetti futuri che vorresti realizzare?


Il mio progetto per il futuro è alzarmi sempre la mattina e andare dai miei cavalli in mezzo alla natura e continuare a godere delle piccole cose.


- indicaci i tuoi profili social.


Facebook e Instagram.


- Mandaci un saluto!

Un caro saluto e un abbraccio a tutti i lettori di webradioitaliane da Marco Rotelli a presto!




Comments


bottom of page