top of page

Lewis Capaldi: un'altalena tra euforia e sofferenze.

Il mondo della musica e dello spettacolo possono sembrare apparentemente un mondo meraviglioso, un mondo parallelo nel quale gli artisti sono immuni da qualsivoglia problema che, invece, noi persone comuni, dobbiamo quotidianamente affrontare.

Sarebbe bello, già, ma purtroppo non è cosi.

Ne sa qualcosa il musicista, cantautore e polistrumentista scozzese Lewis Capaldi, il quale si ritrova a fare i conti con non pochi problemi di salute.


Il cantautore infatti soffre di disturbi d'ansia, della sindrome di Tourette e della sindrome dell'impostore.

Lui stesso ha voluto rivelare le proprie fragilità ai suoi fan. Il 5 Aprile scorso, su Netflix, è uscito il docu-film biografico "How I'm feeling now" ( titolo anche di un suo brano), 90 minuti in cui Capaldi racconta della sua musica ma anche della sua salute mentale e dal quale emergono le sue numerose difficoltà.


Lewis Capaldi a 26 anni ha scalato classifiche e collezionato tantissimi premi ma soprattutto è riuscito ad entrare nel cuore della gente così com'è, senza filtri e senza quell'aria da Star che spesso identifica le celebrità di un certo livello.

Il pubblico apprezza la sua apertura nel parlare dei suoi problemi e lo reputa un esempio per chi, come lui, ne soffre e deve conviverci ogni giorno.

E' aperto a condividere i suoi problemi dicevamo, e lo fa nel modo migliore possibile, con sorriso ed ottimismo, trasformando ogni cosa da negativa a positiva, un punto di forza sul quale gioca, anche con ironia, sui social, in particolar modo su Tik Tok e Instagram, pubblicando video divertenti ed originali. La sua spontaneità piace molto, il suo umorismo è un marketing potente per la sua musica, pensate che la canzone "Someone you loved " che tutti amiamo è stata ispirata dalla morte della nonna!


Ultimamente Lewis Capaldi ha dichiarato:

"Se la sindrome di Tourette dovesse peggiorare potrei essere costretto a lasciare la musica".

Ma cos'è esattamente questa sindrome di Tourette? Si tratta di una malattia neuropsichiatrica (colpisce il cervello ed il comportamento) caratterizzata dell'emissione di rumori e suoni incontrollati ed involontari combinati a movimenti del volto e degli arti, i cosiddetti Tic.


Nonostante tutto ciò Capaldi non intende rinunciare a fare quello che ama.


In un'intervista al Sunday Times ha dichiarato:

" È solo creare musica che mi fa questo. Altrimenti potrei stare bene per mesi. Quindi è una situazione strana. Per ora ne vale la pena. Ma se arriverà a un punto in cui mi starò facendo un danno irreparabile, smetterò".

Una vera altalena tra euforia e sofferenze.

Credo sia la prima volta che sento dire che la musica possa fare male.

Di recente ho visto un suo Live, quanta tenerezza in quella sofferenza!


Il 19 Maggio è uscito il suo nuovo album ,"Broken by desire to be heavenly sent" ,

un vero successo.

Il 31 maggio scorso ha fatto emozionare il pubblico italiano al Forum d'Assago con un concerto ricco di emozioni, brividi ed unicità. È notizia però di una settimana fa che Capaldi si prenderà una pausa per riposarsi e riprendersi fisicamente e mentalmente. Noi lo aspettiamo e non vediamo l'ora di rivederlo sui palchi, intanto vi invito ad ascoltare uno dei suoi nuovi brani

"Wish you the best ".







Comments


bottom of page