top of page
17433604-words-from-magazines-form-a-colorful-background.jpg

Sanremo 2022: con le cover cambia tutto...o quasi!

Aggiornamento: 4 mar 2022


E siamo giunti a commentare anche la quarta serata dedicata alle cover. Io considero molto importante ascoltare un cantante interpretare un testo diverso dal suo stile o comunque un testo che è stato cantato da qualcun altro.

Ero molto curiosa di vedere come uno stesso cantante potesse risultare più o meno bravo in relazione ad un testo che in qualche modo ha segnato la storia dagli anni 70 in poi.

Durante questa serata ho avuto modo di meravigliarmi positivamente, poiché alcuni interpreti che ho criticato nella loro performance, sono decisamente cambiati quando si sono trovati di fronte ad un testo diverso, alcuni duettando anche con artisti di rilievo e influenti nella storia della musica.

Ma prima di commentare i concorrenti in gara, volevo spendere qualche parole per i due ospiti della serata:


MARIA CHIARA GIANNETTA

Finalmente un'ospite femminile che arriva sul palco senza fare lunghi sermoni vittimistici, ma che giunge con l'intento di divertirsi, scherzare e fare spettacolo con intelligenza e ironia.

Molto bella e accattivante la performance tra lei e Lastrico in Dialogo tra due innamorati, in cui i due conversano citando i titolo delle canzoni italiane più belle e che hanno inciso sulla storia della musica italiana. Interessante anche la descrizione del successo della serie tv Blanca, in cui spiega come è riuscita ad immedesimarsi in un personaggio affetto da cecità. Ha lanciato senza troppi pietismi un bel messaggio di empatia e solidarietà che fa aprire agli occhi a tutti noi che viviamo la vita in maniera frenetica e senza, talvolta, dare il giusto peso alle cose.


JOVANOTTI

Esordisce con un discorso nostalgico sui vecchi tempi passati, poi racconta di come Amadeus abbia riscoperto il piacere della pittura durante i due anni di Covid. Prendendo questo come pretesto per fare una scena con il conduttore seduto su un banco, che ricorda l'infanzia, mettendo una musica di sottofondo dal film Pinocchio, andato in onda su Rai 1 molti anni fa. Jovanotti, incuriosito da questa nuova passione scoperta, decide di metterlo alla prova dandogli un tema per disegnare: Come racconteresti il tuo festival?

Mentre Amadeus realizza il suo disegno, Jovanotti inizia il suo monologo, confessando che una delle cose che lo ha aiutato durante il covid è stata la poesia. Ci parla dell'importanza che avuto nella sua vita.

A questo proposito, il cantante ci legge la poesia del poeta Mariangela Gualtieri Bello Mondo.

Leggere le poesie non è semplice, forse è la cosa più difficile che esista. Jovanotti azzarda una lettura frettolosa, che tradisce la sua incompetenza in merito. Il tributo alla poesia è onorevole, ma il resto lasciamolo fare a chi ha studiato e studia per fare questo.

La parte che critico è lasciar passare il messaggio che tutti possono fare tutto, questo manda avanti la mediocrità e non la professionalità.

Potevano chiamare un attore che fa questo di mestiere no?


Ma adesso passiamo a commentare i cantanti e le loro cover:


NOEMI

Devo ammettere che la scelta di cantare la canzone di Aretha Franklin è stata azzeccata per il suo timbro vocale. Ha valorizzato sia se stessa che la canzone. Allora la domanda è: perché portare un brano così scadente a Sanremo se hai quella voce così potente?

VOTO COVER: 8


GIOVANNI TRUPPI CON VINICIO CAPOSSELA

Un bell'azzardo a cantare De André, ma con Vinicio Capossela si può correre questo rischio. Bravi entrambi. Si sono cimentati in una canzone molto difficile da interpretare.

VOTO: 7


YUMAN CON RITA MARCOTULLI

Timbro vocale assolutamente in linea con la canzone My way di Sinatra. Il tutto messo in risalto dall'accompagnamento pianistico della Marcotulli.

VOTO:7


LE VIBRAZIONI CON SOPHIE AND THE GIANTS

Interessantissima l'interpretazione e l'arrangiamento del brano di Paul McCartney. Le voci di Sarcina e Sophie condiscono il tutto di grande pathos emotivo.

VOTO:8


SANGIOVANNI E FIORELLA

Bellissima e intensa interpretazione di Sangiovanni e Fiorella, che insieme ci hanno regalato una grande emozione di A muso duro. E' chiaro che in alcuni momenti si sentiva di più Fiorella che Sangiovanni.

VOTO:6


EMMA CON FRANCESCA MICHELIN

Sono amareggiata dalla scelta di portare Baby one more time di Britney. Questa canzone è troppo associata ad un certo tipo di stile. Non puoi farla troppo "seriosa".

VOTO:4


GIANNI MORANDI CON JOVANOTTI

Super intelligente la scelta di eseguire dinamicamente un repertorio conosciutissimo e che fa ballare come quello di Jovanotti. Hanno trasmesso tanta grinta e allegria. Un bellissimo momento di spettacolo.

VOTO: 8



ELISA CON ELENA D'AMARIO

Scelta prevedibile quella di Elisa di interpretare Irene Cara, sicuramente una cantante che ha un timbro vocale sulle sue corde. Un grande classico diremmo, che non mi ha stupito più di tanto. Anche la scelta di inserire una ballerina è stata scontata. Non possiamo comunque non ammettere che sono state brave.

VOTO: 7



ACHILLE LAURO CON LOREDANA BERTE'

Aspettavo con molta curiosità questo duetto. Interpretazione intensa. Bellissimo il momento in cui Lauro si inchina davanti a Loredana. Poetica la scena della lettera.

VOTO: 8,5



MATTEO ROMANO CON MALIKA AYANE

Questo ragazzo mi piace moltissimo. Ha una voce che arriva, emoziona. La scelta di interpretare una canzone di Elton John è stata giustissima. Non mi è dispiaciuta nemmeno Malika, che di solito non mi convince mai. Bravi! VOTO: 8



IRAMA CON GIANLUCA GRIGNANI

Irama ha voluto rischiare moltissimo scegliendo di duettare con Grignani, imprevedibile come sempre. A parte alcuni gesti troppo plateali di Grignani e l'evidente difficoltà di Irama in quelle circostanze, non ho nulla da dire in merito all'interpretazione. Magistrale.

VOTO: 9


DITONELLAPIAGA E RETTORE

Presentare una canzone icona come quella di Caterina Caselli è un grandissimo rischio. O la fai completamente diversa, altrimenti il paragone è dietro l'angolo. Le due cantanti hanno fatto un'interpretazione mediocre, sottotono.

VOTO: 5


IVA ZANICCHI

Apprezzabilissimo l'omaggio a Milva che indiscutibilmente ha messo in risalto l'abilità tecnico vocale di Iva. Niente di nuovo.

VOTO: 6


ANA MENA CON ROCCO HUNT

Ana Mena non mi piace nemmeno in questa serata delle cover. Rocco Hunt? Non aggiunge niente di interessante.

VOTO: 3


LA RAPPRESENTANTE DI LISTA CON COSMO, MARGHERITA VICARIO E GINEVRA

Bellissimo l'arrangiamento moderno in linea con l'interpretazione della cantante, insieme alle due coriste che hanno dato un valore aggiuntivo alla performance.

VOTO:9


MASSIMO RANIERI CON NEK

Performance toccante. Non può essere altrimenti quando si sceglie di cantare un testo di Pino Daniele.

VOTO:9


MICHELE BRAVI

Non male l'interpretazione nelle note più gravi, ma si perde nel registro più alto. Una scelta rischiosa. Apprezziamo comunque il coraggio.

VOTO:6


MAMHOOD E BLANCO

La capacità di questi due ragazzi di stupire e meravigliare ogni volta. Penso sia proprio questo il loro segreto: l'imprevedibilità. Chi si sarebbe mai aspettato che questi ragazzi così giovani e contemporanei avrebbero scelto di interpretare un brano così classico? Già solo per questo...chapeau!

VOTO: 10


RKOMI Pessima interpretazione di Vasco. Continua ad essermi anonimo.

VOTO: 2

AKA7EVEN CON ARISA

Sublime interpretazione da parte di entrambi. Grandissimo omaggio ad Alex Baroni.

VOTO: 8


HIGHSNOB E HU CON MR. RAIN

Non mi hanno convinto, a parte il pezzo iniziale di Mr. Rain che dà un tocco più moderno al pezzo.

VOTO: 3



DARGEN D'AMICO

brano ballabile, ma niente di più.

VOTO: 4


GIUSY FERRERI CON ANDY DEI BLUE VERTIGO

A me Giusy Ferreri non piace, sia nelle cover che nelle sue interpretazioni.

VOTO:6


FABRIZIO MORO

Stesso discorso per Giusy Ferrero, non riesco a farmi piacere il suo timbro vocale.

VOTO: 6


TANANAI CON ROSE CHEMICA

Aiuto, si salvi chi può. Come rovinare la canzone di Raffaella Carrà.

VOTO: 2


In conclusione posso dire che alcuni artisti hanno migliorato la loro performance, cambiando il testo e l'arrangiamento (appunto facendo la cover di un'altra canzone), dimostrando di possedere le abilità che il brano portato non mette in risalto. Altri invece si sono riconfermati nella loro insufficienza, ma come dico sempre...sono gusti!






Comments


bottom of page