top of page
17433604-words-from-magazines-form-a-colorful-background.jpg

Portami nel tuo mondo, dove le parole fanno vibrare le corde dell'anima.



Oggi vi presento una ragazza straordinaria nella sua semplicità e purezza d'animo, una cantautrice giovane (16 anni) che ha la passione per la scrittura da quando ha 12 anni. Quando la guardo, con quegli occhi profondi, mi rendo subito conto di essere di fronte ad una particolare sensibilità. Ed io non aspetto altro che farmi travolgere dalle sue parole. Mi lascio emozionare, come il suo brano inedito, Take me back, riesce in maniera efficace.

Lei è Monica Romano, che si presenta a Webradioitaliane per regalarci la sua storia.


Intervista a cura di Riccardo Russo


R. Russo:

Come mai hai deciso di intraprendere questo percorso, ovvero scrivere dei brani. Come mai hai deciso di comunicare con le persone in questo modo?


M. Romano:

Io ho iniziato a scrivere presto, a 12 anni; quindi mi riesce abbastanza facile. Ad esempio il brano Take me back è un brano che ho scritto in due giorni. Secondo me i brani che si sviluppano in poco tempo sono quelli che rendono di più.


R. Russo:

Come nasce un brano? Hai un tuo metodo?


M.Romano:

Mi metto al pianoforte o alla chitarra, cerco degli accordi qualsiasi e canto sopra questi accordi per creare una melodia e successivamente arriva il testo.


R. Russo:

Come trovi l'ispirazione? Ti metti lì a tavolino a scrivere oppure ti lasci trasportare dall'ispirazione quando ti accade un evento?


M. Romano:

Faccio entrambe le cose. Quando mi accade qualcosa mi viene l'istinto di scrivere, oppure in una giornata qualsiasi riesco a scrivere qualcosa.


R. Russo:

Hai la necessità di scrivere?


M. Romano:

Sì, scrivo su carta tutti i miei pensieri, ma le canzoni preferisco registrarle direttamente sul mio cellulare.


R. Russo:

La scelta di scrivere in lingua inglese è un'esigenza di andare oltre i confini dell'Italia oppure è solo una tua necessità?


M. Romano:

Ascolto molta musica americana, quindi scrivere in inglese è venuto istintivo, ma comunque sto scrivendo altri testi in lingua italiana anche.


R. Russo:

La scelta degli accordi per le tue canzoni è predeterminata oppure c'è una ricerca?


M.Romano:

C'è prima una ricerca; trovo degli accordi a caso.


R.Russo

Sei più una cantastorie o scrivi di te?


M.Romano

Entrambe. In questo caso però, in Take me back, ho voluto raccontare una storia immaginaria.


R. Russo:

Parlacene un po'...


M. Romano:

Ho voluto raccontare una delusione amorosa, in cui lei aveva le migliori intenzioni nei confronti del suo ragazzo, però viene delusa; quindi vuole ricordare in maniera nostalgica quei momenti felici con lui.


R. Russo:

Sono molto curioso di ascoltare il tuo brano...




CURIOSITA':

- La mamma è diplomata in flauto traverso; il papà suona il pianoforte da autodidatta;

- Monica suona la chitarra da 4 anni;

- Il videoclip è stato girato con la collaborazione della Vocal Academy Studio di Trapani;

- Nel videoclip si vede la chitarra Martin di cui Monica si è innamorata quando l'ha vista suonare dal cantante Ed Sheeran;

- Sandra è l'insegnante di Monica e Giacinto è stato il regista del video e arrangiatore del brano; entrambi fanno parte della Vocal Academy Studio di Trapani;

- L'ambizione della cantautrice è di poter lavorare con la musica e far sentire bene le persone;

- I modelli artistici di riferimento sono Taylor Swift e Michele Bravi;

- Se dovesse fare concerto in Italia vorrebbe andare a Roma, oppure a Los Angeles a livello Internazionale.


R. Russo:

Quanto incide la tecnica vocale per quanto riguarda l'interpretazione?


M.Romano:

La tecnica è fondamentale per cantare. Adesso sto iniziando a capire molte cose.

Prima non ero capace. Sto migliorando...


R.Russo:

Dai un consiglio a chi come te vuole intraprendere questo percorso...


M.Romano:

Sperimentate, cercate di essere creativi e se avete voglia di cantare imparate anche la tecnica che è importante!


E con queste parole di incoraggiamento, lasciamo la nostra bravissima cantautrice che non vediamo l'ora di risentire nei suoi prossimi lavori, ma adesso riportatemi indietro, all'inizio di questa intervista, perché già comincio ad averne nostalgia...e voi?



コメント


bottom of page