top of page
17433604-words-from-magazines-form-a-colorful-background.jpg

"Booking emergenti", un canale social a sostegno e alla ricerca di menti creative.

A presentarci il progetto è il cantante Marco Conte, che si svela anche in veste di Manager e Consulente musicale.

Un'iniziativa interessante per espandere, condividere la musica ed arrivare a più persone. Ad oggi il mondo sente l'esigenza di persone che hanno il coraggio di creare qualcosa di nuovo, con sogni che non hanno limiti ed amplificano il modo di vedere le cose.

Come li chiameremo? Gli Open Viewer del domani.





- Come e quando nasce il progetto “Booking emergenti”? 


Il progetto è nato quasi "per caso" durante l'estate scorsa, cercando di raccogliere le richieste di alcuni artisti e soprattutto la sfida apparentemente impossibile che presentavano, e cioè la loro forte necessità di eventi live, la loro "fame" di esibizione. E' nato da una sfida accettata, dalla provocazione di alcuni amici, e dall'attenta osservazione dell'affascinante e difficile panorama della musica attuale.


- Hai fatto un percorso di studi in particolare per diventare manager e consulente musicale? Spiegaci un po’…


Diciamo che per "accorciare" i tempi ho optato per "correre fuori dai binari". La via accademica è sempre raccomandata e consigliata perchè ti dà una completezza di visione e una competenza solida. Ma è pur vero che ognuno ha il suo percorso... Ho scelto la via dell'autoformazione, delle masterclass (dal vivo e online), del palco e del canto... per imparare a mie spese, dal di dentro della musica, dall'esperienza concreta e diretta. 


- Accetti tutti gli artisti oppure fai una sorta di selezione? Se sì, quali sono i tuoi criteri per scegliere se un artista è valido da supportare o meno? 


Credo che ogni artista che ha passione meriti una chance, un consiglio, una direzione e una possibilità. Poi valuto in base al loro mindset: per me sono molto importanti umiltà e rispetto... sul resto si può lavorare! Per giusto o sbagliato che sia, tendo a sopravvalutare l'aspetto umano dell'artista, in quanto l'arte è fatta di una pasta umana, di carne ed emozioni; inoltre teniamo conto del fatto che il mondo della discografia e della musica è molto tosto psicologicamente ed occorre avere le spalle larghe e i piedi ben piantati a terra per affrontarlo! Con o senza un manager/etichetta. 


- Come avviene il tuo lavoro? Descrivici le fasi…l’artista come ti contatta? E cosa avviene durante tutto il processo pubblicitario? 


Qui entriamo nei miei "segreti" e nella fase più creativa del mio "cantiere"! Ma si tratta allo stesso tempo degli aspetti più avvincenti del mio lavoro e che mi motivano a farlo. La prima fase del lavoro è l'analisi della situazione di partenza dell'artista e delle sue esigenze iniziali, ponendoci un obiettivo: servono degli inediti? Serve un producer? Serve un'etichetta? A che punto siamo? Tendenzialmente sono io a contattare l'artista, in quanto sono in costante fase di scouting sui social, ai contest ed agli eventi live; a seconda dell'età e dello stile dell'artista valutiamo il percorso pubblicitario e i mezzi mediatici più idonei a supportarlo.


- Hai una programmazione specifica per pubblicare i post degli artisti? 


Cerchiamo di dare spazio e respiro ad ogni singolo profilo, perciò, ad eccezione del venerdì (giorno dedicato all'ufficio stampa e alle release) ci basiamo su una semplice cadenza oraria non troppo fitta per evitare un effetto ombra o un sovraffollamento di post. Postare è importante ma poi è fondamentale anche la logica di repost, condivisione su pagine e gruppi, interazione tramite commenti e stories, ecc ecc.


- Ho notato che in Booking emergenti c’è un link che ti collega a gruppi whatsapp di varie città. Spiegaci la loro funzione.


Whatsapp ha velocizzato (anche troppo) le fasi della comunicazione mediatica e social. I nostri gruppi sono di condivisione e supporto, non vi partecipano solo artisti ma anche gli admin che organizzano eventi, live, serate, contest, masterclass ecc ecc. Vogliamo far sentire la voce dei musicisti, vogliamo spingerli ad emergere tramite questa rete di connessioni e conoscenze. Whatsapp, oltre a Telegram ed Instagram, ci permette di creare e stimolare queste connessioni immediate e fattive. Ogni gruppo ha un suo regolamento e un suo funzionamento in base al topic: ad esempio quello a tema eventi live in una determinata zona d'Italia permette di pubblicizzare il proprio evento oppure di trovarne, chiedendo infomazioni e contatti utili ad organizzatori di eventi, altre band o musicisti ecc. ecc.


- Qual è l’obiettivo che si pone "Booking emergenti"?

La musica è un sogno personale ma è anche un obiettivo di necessità sociale, la musica live è un servizio di utilità sociale e noi vogliamo riempire i locali di bella musica dal vivo, suonata e partecipata da pubblico appassionato ed interessato anche a scoprire talenti nascenti. Delle due parole "booking emergenti" la più importante è la seconda: emergenti lo si è sempre perchè si deve e si vuole spingere, emergere, ascendere, farsi sentire, scalare una vetta in costante movimento. Questa è la nostra passione, il nostro ardore e la nostra missione: continuare ad alimentare questa fiamma umana ed artistica.





CANALI SOCIAL INSTAGRAM DI MARCO CONTE:

Cantante: @marcocontemusic

Manager: @bookingemergenti

Autore: @nuovo_inedito @tipsofsongwriting

Comentarios


bottom of page